Dimagrimento localizzato: è possibile?

Dimagrire è un desiderio di molti, ma forse sono di più coloro che sono alla ricerca di un dimagrimento localizzato, volto a sconfiggere quel grasso localizzato su cosce e fianchi nelle donne ed addome nell’uomo. Il grasso localizzato, è inutile negarlo, ha un effetto estetico talvolta terribile ed è in grado di rovinare e deformare un corpo, ecco perché può essere davvero utile capire se e come è possibile raggiungere il tanto desiderato dimagrimento localizzato magari avvalendosi del supporto di personal trainer e nutrizionista per combinare alimentazione ed esercizio fisico mirato.

Inutile farvi illusioni e cantare vittoria, ricerche più recenti dimostrano che il dimagrimento localizzato è un’illusione perché il nostro corpo ha un meccanismo tutto suo per accumulare e smaltire il grasso che è difficile da sovvertire. Per molti, invece, che sono riusciti a raggiungere il dimagrimento localizzato nella zona desiderata, questo obiettivo è una realtà: chi avrà ragione? Nel corso di questo articolo vi illustreremo entrambe le versioni.

Dimagrimento localizzato: realtà o illusione?

Riviste scientifiche, medici ed esperti di fitness sono divisi su questo tema: per alcuni il dimagrimento localizzato è una realtà, per altre una chimera! I punti a favore dell’una o dell’altra tesi come prevedibile sono molti ed anche le evidenze scientifiche a supporto altrettanto valide. Ma dare una risposta univoca sulla fattibilità del dimagrimento localizzato è alquanto azzardato. Proviamo a farvi qualche esempio. Prediamo per esempio uno sport in cui si utilizza una particolare parte del corpo a discapito di altre: il tennis ad esempio. Il tennista, infatti, tenderà a potenziare il braccio dominante ovvero quello che utilizza per giocare a discapito dell’altro. Subito penserete che il braccio dominante sia più “ricco” di muscolo e più “povero” di grasso. Ebbene no: diversi studi hanno dimostrato che lo strato di grasso nelle due braccia era esattamente identico.

Leggi anche: Camminata veloce per dimagrire

Un altro studio, condotto sulle donne questa volta, ha reclutato donne che hanno problemi a dimagrire le cosce ed i glutei sottoponendole ad una serie di esercizi mirati ad intensità progressiva per un mese. Risultato? La quantità di grasso presente nelle cellule adipose di queste donne era identico a quello di partenza. Ma come si spiega tutto questo? Il segreto è insito negli ormoni che hanno la capacità di distribuire le riserve di grasso nel corpo e di aumentare la massa muscolare se adeguatamente allenata. Infatti, il grasso corporeo nell’accumularsi e nel dissolversi segue un suo iter: si ingrassa dal basso verso l’alto e si dimagrisce nel verso contrario. In particolare, quando si inizia un dimagrimento le prime parti che deperiscono sono il viso, il collo e la cintura del seno.

Dimagrimento localizzato è possibile Fonte foto: womenshealthmag.com

Questo è da attribuire ai recettori presenti su queste cellule che, in queste zone, sono più sensibili all’adrenalina e alla noradrenalina. Invece, le zone più ostiche e meno sensibili all’azione di questi ormoni sono proprio cosce e glutei. Pertanto, per facilitare il dimagrimento di queste zone, vista l’impossibilità di agire sulla produzione degli ormoni dobbiamo creare delle vere e proprie centrali “brucia grassi” che sono i muscoli. È errato pensare che anche l’esercizio fisico deve essere localizzato: tutti i muscoli vanno potenziati ed allenati alternando allenamento aerobico (cyclette, ellittica) ed allenamento anaerobico (esercizi a corpo libero).

Leggi anche: Integratori naturali per dimagrire

Ogni azione per ottenere un dimagrimento localizzato deve essere quello di preservare la massa magra e diminuire la massa grassa. In che modo? Seguendo un’alimentazione bilanciata e variegata, evitando eccessi calorici e regimi dietetici troppo indirizzati verso il consumo di proteine (diete iperproteiche); effettuare un allenamento misto aerobico ed anaerobico che tonifichi tutti i muscoli del corpo e non solo quelli della zona che vogliamo dimagrire; evitare il digiuno perché il cortisolo che viene prodotto ha un’azione catabolica sui muscoli; non eliminare i carboidrati dalla dieta ma preferire quelli derivanti da cereali integrali.

Tenendo presente tutte queste considerazioni potete tranquillamente farvi da soli un’idea sul dimagrimento localizzato e se sia un’illusione o una verità potete scoprirlo solo mettendo in pratica i consigli che vi abbiamo dato.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO