Vesciche ai Piedi: Come Curarle? I migliori rimedi

Quali sono le cause più comuni delle vesciche ai piedi? Come facciamo a capire che si tratta proprio di questo disturbo? Quali sono i migliori rimedi per le vesciche ai piedi? Esistono dei validi rimedi naturali oppure no?

Le vesciche ai piedi, come qualsiasi altro problema che interessa questi arti, sono davvero disagianti e fastidiose. Se sei alla ricerca di informazioni sulle vesciche ai piedi, soprattutto per quanto riguarda il loro trattamento e i vari metodi per prevenirle allora questo è l’articolo che fa per te!

Che cosa sono le vesciche ai piedi? Da cosa sono causate?

Tutti sappiamo, almeno generalmente, che cosa sono le vesciche ai piedi, ma non tutti ne conosciamo le cause che, per questioni di praticità, possono essere suddivise in tre grandi classi, ossia:

  • cause meccaniche;
  • condizione di dermatite allergica da contatto;
  • disidrosi.

Per quanto riguarda il primo punto, ossia le cause meccaniche, si tratta sicuramente delle più comuni e ricorrenti cause di questo problema che interessa i piedi.

Nello specifico, quando parliamo delle cause meccaniche ci riferiamo per lo più a degli sfregamenti e a delle pressioni che devono sostenere i nostri piedi, ad esempio il fatto di indossare una scarpa particolarmente stretta o nuova.

Ad aggravare le cause meccaniche subentrano poi altri fattori quali l’umidità e le temperature eccessivamente alte. Proprio per tutti questi motivi le vesciche sono solite apparire soprattutto durante i mesi estivi.

Per quanto riguarda, invece, la dermatite allergica da contatto, come si può evincere dal nome, si tratta di una condizione in cui l’individuo è allergico a qualche tipo di materiale di cui è composta la scarpa che sta indossando e, quindi, si viene a formare una vescica pruriginosa.

L’ultimo punto che abbiamo citato per quanto riguarda le principali cause delle vesciche, è invece una condizione di disidrosi, ossia un vero e proprio disturbo in cui si formano queste odiose vesciche non solo sui piedi, ma anche sulle mani.

Come facciamo a riconoscere le vesciche ai piedi?

Riconoscere le vesciche è molto semplice. Queste fastidiose formazioni cutanee non vanno confuse con i calli e i duroni che si sviluppano anch’essi nel caso di uno sfregamento eccessivo.

Al contrario, le vesciche, come abbiamo già detto in precedenza, si formano in presenza di un forte attrito, non prolungato, bensì piuttosto breve, e concentrato in una piccola porzione di pelle.

In questo caso la pelle che ha subito lo sfregamento inizia ad arrossarsi e a diventare sempre più calda, fino a quando lo strato più esterno della cute inizia a separarsi dagli strati sottostanti, dando luogo ad una dolorosissima bolla.

All’interno di questa bolla si accumula una sorta di siero, conferendo alla vescica il classico aspetto trasparente. In questo senso possiamo dire che la vescica si forma come una barriera protettiva nei confronti della pelle che è già infiammata. Andiamo a vedere come comportarci in questi casi.

Cosa bisogna fare nel caso di vesciche ai piedi?

La maggior parte delle persone che ha una vescica ai piedi ha anche l’istinto di scoppiare questa bolla. Non c’è cosa peggiore che tu possa fare in una situazione del genere!

Gli esperti del settore, ossia i medici e i dermatologi, sconsigliano di scoppiare la vescica altrimenti c’è il rischio che penetrino nella pelle infiammata dei batteri che, a loro volta, possono generare una brutta infezione.

Tutto quello che puoi fare in presenza di vesciche ai piedi è lasciare che queste lesioni guariscano in modo del tutto spontaneo, proteggendo l’area colpita da eventuali contaminazioni da parte dei batteri e da altre pressioni e sfregamenti.

Il modo migliore per proteggere la vescica da questi agenti esterni consiste sicuramente nell’applicazione di un cerotto. In commercio esistono dei cerotti appositi per le vesciche che hanno proprio lo scopo di proteggerle e sono davvero efficaci: ne abbiamo parlato in questo articolo che ti invito a leggere se vuoi saperne di più.

A meno che la vescica non sia eccessivamente grande, quindi, dovrai semplicemente aspettare che questa regredisca. Con un pò di tempo, infatti, la pelle andrà a riassorbire il siero in modo graduale e la cute si rigenererà spontaneamente.

Se, invece, la vescica è molto grande, è opportuno rivolgersi ad un medico per far si che la lesione venga drenata, ovviamente dopo che la pelle è stata disinfettata e con l’utilizzo di una siringa sterile per aspirare il siero che si trova all’interno della vescica.

In questi casi è importante fare attenzione che la pelle che ricopre la vescica non si stacchi né si sollevi, altrimenti la ferita verrebbe a contatto con i batteri, dando luogo ad infezioni.

Infine, ricordati di chiedere aiuto ad un esperto anche nel momento in cui all’interno della vescica, al posto del siero trasparente, si è verificato un accumulo di sangue. Altre situazioni che richiedono l’intervento del medico sono il diabete e la presenza di problemi della circolazione sanguigna.

Cosa NON dobbiamo fare in presenza di una vescica ai piedi?

Nel caso in cui si è formata una vescica sul tuo piede, devi ricordare di seguire alcune regole fondamentali come quelle citate in seguito:

  • Ricorda che il liquido va rimosso solo quando la vescica è molto grande e non può riassorbirlo in modo spontaneo;
  • Elimina la causa che ha provocato la vescica (ad esempio smetti di indossare delle scarpe strette);
  • Non scoppiare la vescica;
  • Attendi che la vescica si cicatrizzi in modo naturale e spontaneo;
  • Non togliere la pelle che si trova sopra la vescica;
  • Applica un cerotto per proteggere la vescica.

Molte persone ricorrono a rimedi della nonna per eliminare la vescica che consiste nel bucare la lesione con un ago sterilizzato con la fiamma e nel far passare al suo interno un filo che, a sua volta, assorbe il liquido.

Dimentica completamente questo metodo. Infatti, anche se hai sterilizzato l’ago con il fuoco, il filo che passa nella vescica è un ottimo conduttore di batteri che comportano il rischio di un’infezione.

Esistono dei validi rimedi naturali?

In ogni caso, puoi adottare dei rimedi naturali semplici e poco invasivi per accelerare i tempi di guarigione della vescica. Si tratta per lo più di rimedi che troveremo facilmente nella nostra cucina e che servono principalmente a favorire la cicatrizzazione e a disinfettare l’area colpita.

Tra questi rimedi abbiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • L’aloe vera, una pianta famosa per le sue proprietà cicatrizzanti, può essere applicata direttamente sulla vescica;
  • Una soluzione di acqua e sale, con l’aggiunta di bicarbonato, è perfetta per disinfettare una vescica;
  • Il Tea Tree Oil è un ottimo disinfettante naturale, perfetto per le vesciche ai piedi;
  • L’aceto di mele, oltre a disinfettare, favorisce la rigenerazione della cute in modo del tutto naturale;
  • La calendula è la pianta cicatrizzante per eccellenza che possiede anche delle ottime proprietà lenitive ed antinfiammatorie.

Come facciamo a prevenire le vesciche ai piedi?

Così come accade spesso in ambito medico, anche nel caso delle vesciche ai piedi la terapia migliore è la prevenzione. In questo senso dovrai sicuramente evitare la presenza delle cause meccaniche delle vesciche, come delle scarpe troppo strette.

Sarebbe opportuno indossare delle scarpe di buona manifattura, traspiranti e che si adattano perfettamente al tuo piede, che non siano né troppo strette, né troppo larghe.

Per prevenire le vesciche ai piedi è inoltre fondamentale mantenere una buona igiene ai piedi, ricordando di asciugarli per bene dopo che li hai lavati.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO