Le Fave Fanno Ingrassare?

Perdere peso è un’ambizione di moltissime persone, le quali trovano spontaneo interrogarsi sul valore calorico degli alimenti che vengono introdotti nei propri menù.

Nei prossimi paragrafi vogliamo quindi fornirvi una guida alle proprietà, ai benefici e alle calorie apportate dalle fave, un prezioso legume troppo poco presente sulle tavole di molti.

Le fave fanno ingrassare? Quante calorie contengono? Hanno effetti collaterali? Insomma, le domande che si pone chi vuole iniziare una dieta sono davvero tante. Se volete avere risposta continuate a leggere, ma prima di cominciare vogliamo farvi una raccomandazione: le diete fai da te spesso possono rivelarsi dannose.

Cercare informazioni e consigli sul web o sulle riviste va bene, purché i dati raccolti non vengano usati per la creazione di un regime alimentare che potrebbe risultare poco equilibrato per la vostra salute.

Per ogni informazione e per la realizzazione di una dieta sana e personalizzata è sempre bene rivolgersi ad un medico specializzato, oltre a bere molta acqua (almeno 1 litro e mezzo al giorno) e praticare attività fisica.

Proprietà e valori nutrizionali delle fave

La fava è scientificamente una leguminosa, i cui semi sono contenuti all’interno di baccelli, come avviene per i fagioli e i piselli. Il loro sapore, se viene mantenuta la buccia, è amaro, mentre è molto dolce quando vengono sbucciate o consumate fresche.

I valori nutrizionali di questo legume sono davvero interessanti per chi sta cercando di dimagrire: 100 grammi contengono ben 83 g di acqua (ossia oltre l’80% della sua composizione), 4,5 grammi di carboidrati, 5 grammi di fibre, 5 grammi di proteine e pochissimi grassi, elemento che le rende idonee anche alle diete finalizzate al dimagrimento.

Fave dietaPer quanto riguarda altri elementi contenuti in questo straordinario legume, vi troviamo potassio, ferro, rame, selenio e magnesio, oltre discrete quantità di vitamina C. Il fatto che le fave siano ricche di acqua è un elemento importante, poiché contribuisce all’idratazione e alla diuresi, con effetti depurativi e drenanti.

Inoltre l’acqua, insieme alla fibra, è fattore di importantissimo per la motilità intestinale: chi soffre di stitichezza non potrà che trarre vantaggio dall’assunzione di questo legume.

Le fave, come abbiamo visto, sono anche ricche di sali minerali, come il ferro. Si tratta di un minerale molto importante, soprattutto per chi soffre di anemie più o meno gravi e per coloro che seguono una dieta vegetariana. Sul fronte delle vitamine, come abbiamo evidenziato, troviamo l’acido ascorbico.

La vitamina C è fondamentale per favorire l’assorbimento del ferro vegetale, in quanto ne implementa l’assorbimento da parte dell’organismo del 50%.

Ovviamente tutte queste proprietà sono da riferirsi al cibo crudo: in quello cotto molte sostanze si perdono, così come avviene attraverso il processo di essiccamento.

Quali sono i benefici apportati dalle fave?

Vediamo ora qualche beneficio del consumo delle fave nella nostra alimentazione. Esse abbassano il colesterolo grazie agli steroli vegetali che troviamo sia nel prodotto secco che in quello fresco. Inoltre, rappresentano anche una buona fonte di aminoacidi e proteine (lisina, valina, leucina ecc.), che l’organismo da solo non sintetizza.

Come abbiamo detto hanno proprietà antianemiche e inoltre molti studi hanno evidenziato che sono in grado di contrastare l’insorgenza del morbo di Parkinson e di una serie di tumori.

Fave e calorie: questi legumi fanno ingrassare?

Quante calorie hanno le fave? Il monte calorico legato all’assunzione di questo alimento è molto basso. Basti pensare che 100 grammi di fave apportano circa 80 calorie (se il prodotto fresco), ossia una quantità abbastanza bassa per un cibo che ha un altro elemento positivo: un grande potere saziante.

Cosa significa? Vuol dire che aumentano il senso di sazietà in virtù dell’elevato contenuto di fibre e di conseguenza non invogliano a continuare a mangiare, con buoni risultati per chi segue una dieta e deve limitare il numero di calorie assunto. Quindi possiamo affermare che le fave non fanno ingrassare, anzi andrebbero inserite nel proprio menù perché ricchissime di benefici per la nostra salute.

Attenzione: le fave hanno effetti collaterali 

Le fave non sono un alimento adatto a tutti e prima di consumarlo è importante accertarsi del fatto che non sussistano le condizioni per escluderlo dalla propria alimentazione. Coloro che soffrono di favismo non dovrebbero mangiare questo legume.

Si tratta di una malattia causata dalla disfunzione connessa al deficit di un enzima, ossia il G6PD (glucosio-6-fosfato-deidrogenasi).

Quando ci si espone alle sostanze contenute in questo legume, si possono manifestare conseguenze anche molto gravi, come ad esempio l’anemia emolitica: una patologia responsabile della rottura, ossia l’emolisi, dei globuli rossi, da cui scaturisce l’ostruzione dei vasi sanguigni.

Un’altra controindicazione è da segnalare all’attenzione di coloro che stiano assumendo farmaci anticoagulanti come il warfarin, perché la vitamina K contenuta nelle fave ne contrasta l’azione.

Altri effetti collaterali causati dalle fave possono essere allergie di diversa natura, dissenteria, meteorismo e problemi legati al diabete, a causa dell’alto indice glicemico di questo legume, stesso motivo per cui lo si sconsiglia alle donne in dolce attesa, a causa del rischio di vedere insorgere il diabete gestazionale.

Infine vanno evitate durante l’allattamento onde evitare di causare problemi gastro intestinali al neonato. Insomma, per tutti questi motivi vi consigliamo di chiedere consiglio al vostro medico o ad un nutrizionista prima di assumere questo prezioso legume.

Come consumare le fave?

Vediamo per concludere quali modi ci sono per inserire le fave nel proprio menù. Potete consumarle come secondo piatto per creare polpette oppure vellutate saporite. Frullandole, inoltre, potete eliminare i problemi legati al meteorismo che il tegumento, ossia la buccia, potrebbe causare. Abbinando le fave alla pasta otterrete un piatto unico ad alto contenuto proteico, indicato per chi consuma poca carne oppure segue un regime alimentare vegano o vegetariano.

Per poter godere di tutte le proprietà e i benefici delle fave vi consigliamo anche di consumarle crude (quelle piccoline), anche se siete a dieta. Vi ricordiamo in ogni caso che è importante, quando si vuole dimagrire, chiedere aiuto ad un professionista in grado di accompagnarci in questo percorso senza che vi siano danni o carenze per il proprio organismo.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO