Farmaci Antipiretici: Quali sono e Come Agiscono. L’elenco completo

Che cosa sono i farmaci antipiretici? A che cosa servono? quelli più utilizzati? Quando vengono prescritti, c’è bisogno della prescrizione medica oppure no per assumere questi farmaci? Esistono degli antipiretici naturali?

Se stai cercando informazioni utili sui farmaci antipiretici allora sei nel posto giusto perché questo articolo sarà una vera e propria guida su questa classe di medicinali che vengono utilizzati soprattutto per trattare gli stati febbrili. Andiamo quindi a vedere di cosa si tratta.

Che cosa sono i farmaci antipiretici? A che cosa servono?

Come abbiamo già accennato nella breve introduzione, quando si parla di farmaci antipiretici ci riferiamo ad una classe di medicinali che vengono largamente utilizzati per il trattamento degli stati febbrili, e proprio per questo motivo vengono chiamati anche farmaci antifebbrili.

Prima di parlare di questi farmaci in modo dettagliato è importante ricordare che la febbre è un meccanismo di difesa messo in atto dal nostro organismo in circostanze specifiche e, proprio per questo motivo, è importante non abusare dei medicinali per curarla, a volte bisognerebbe lasciarla sfogare.

Infatti, l’utilizzo scorretto dei farmaci antipiretici potrebbe nuocere al nostro corpo in quanto gli stati febbrili sono utili per combattere, ad esempio, dei processi infettivi, oppure la presenza di alcuni batteri e virus.

Tuttavia, in circostanze ben precise, come vedremo anche nel corso del nostro articolo, i farmaci antipiretici sono indispensabili, ad esempio quando la nostra temperatura corporea diventa troppo alta.

In commercio possiamo trovare diversi tipi di farmaci antipiretici, con diversi meccanismi d’azione, ognuno adatto a situazioni diverse. Andiamo quindi a vedere quali sono questi medicinali.

Quando dobbiamo ricorrere ai farmaci antipiretici?

Nel paragrafo precedente abbiamo già accennato al fatto che gli antipiretici vanno assunti in circostanze particolari, come una temperatura corporea troppo alta, e non dobbiamo abusare di essi in quanto, come accade per qualsiasi altro medicinale, possono verificarsi degli effetti collaterali.

Nello specifico possiamo dire che le condizioni in cui il medico consiglia l’assunzione di un antipiretico sono le seguenti:

  • Nel caso di un adulto, quando la temperatura corporea supera i 39 gradi centigradi;
  • Nel caso di un bambino, quando la temperatura corporea supera i 38,5 gradi centigradi.

Quali sono i farmaci antipiretici più comuni?

Tra gli antipiretici più comuni ricordiamo sicuramente i FANS, una classe di medicinali molto vasta all’interno della quale troviamo anche l’Acido Acetilsalicilico, comunemente conosciuto con il suo nome commerciale ossia l’Aspirina®.

Anche il Paracetamolo rientra nella categoria degli antipiretici e spesso viene erroneamente attribuito ai FANS ma, come avremo modo di vedere meglio nei prossimi paragrafi, ha dei meccanismi d’azione tali da non renderlo un farmaco antinfiammatorio non steroideo.

Tra gli altri farmaci antipiretici più comuni abbiamo anche quelli citati in seguito:

  • Niflam®, il cui principio attivo è l’acido niflumico;
  • Aleve®, il cui principio attivo è il naprossene;
  • Ketodol®, il cui principio attivo è il ketoprofene.

Esistono anche altri principi attivi che svolgono un’azione antipiretica, ma sono meno utilizzati di quelli che abbiamo citato e di quelli che ti mostreremo oggi in quanto hanno effetti collaterali più consistenti, tuttavia, tra questi principi attivi abbiamo:

  • Dipirone;
  • Aminofenazione;
  • Propifenazione.

In questo articolo, però, ci occuperemo solo dei più comuni, ossia dei Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei (o FANS), del Paracetamolo, dei relativi effetti collaterali e di eventuali rimedi naturali che hanno un’azione antipiretica.

Che cosa sono i FANS, quali sono e come funzionano?

I FANS sono i cosiddetti Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei ed hanno un’azione antifebbrile grazie alla loro attività a livello sistemico, di conseguenza, oltre ad avere una funzione antipiretica, questi medicinali svolgono anche un’importantissima funzione antinfiammatoria.

Tra i FANS più comuni ricordiamo sicuramente quelli a base di Ibuprofene, come quelli citati in seguito:

L’ibuprofene è un principio attivo che riesce ad inibire le COX-1 e le COX-2, sia a livello periferico sia a livello del sistema nervoso centrale e proprio questo meccanismo d’azione lo rende un ottimo antipiretico.

Ha trovato largo utilizzo in ambito medico perché oltre all’azione antipiretica e antinfiammatoria tipica dei FANS, possiede un’ottima funzione analgesica aiutandoci ulteriormente a ripristinare un corretto funzionamento del nostro organismo.

Anche l’acido acetilsalicilico che abbiamo già nominato in precedenza, si è rivelato un ottimo antipiretico. Stiamo parlando del principio attivo della comunissima Aspirina® che, oltre ad essere usata per il trattamento della febbre, è utile anche nei seguenti casi:

  • Dolori a livello muscolare;
  • Mal di denti;
  • Sintomi dell’influenza;
  • Mal di testa;
  • Nevralgie;
  • Dolori reumatici.

Il funzionamento di base è molto simile a quello dell’ibuprofene, ossia è in grado di inibire l’azione delle COX-1 e delle COX-2, tuttavia è sconsigliata ai ragazzi con età inferiore ai 14 anni in quanti c’è il rischio di andare incontro alla Sindrome di Reye.

A che cosa serve il Paracetamolo? Come funziona?

Il secondo farmaco antipiretico di cui parleremo nel presente articolo è il Paracetamolo, conosciuto anche con i seguenti nomi commerciali:

Il paracetamolo, oltre a svolgere un’azione antipiretica è anche un ottimo analgesico e, come tutti i farmaci del suo genere, è utile per il trattamento degli stati febbrili, dei sintomi influenzali e delle affezioni acute del nostro tratto respiratorio, ma anche per le manifestazioni dolorose di varia entità.

Molti classificano il paracetamolo tra i FANS ma, visto che hanno dei meccanismi d’azione diversi, è scorretto attribuire questo farmaco a tale categoria.

Il paracetamolo ha infatti un meccanismo d’azione molto particolare. Nello specifico è in grado di inibire, a livello del sistema nervoso centrale, l’enzima cicloossigenasi, andando così a ridurre la sintesi di PGE2, una sostanza che gioca un ruolo fondamentale nell’aumento della temperatura corporea.

Al contrario dei FANS che, come abbiamo detto, sono sconsigliati per i ragazzi con età inferiore ai 14 anni, il paracetamolo è largamente utilizzato nel caso dei più piccoli perché è ben tollerato, soprattutto a livello gastrointestinale.

Ci sono delle controindicazioni o dei possibili effetti collaterali connessi ai farmaci antipiretici?

Così come accade per qualsiasi altra tipologia di farmaci, anche nel caso degli antipiretici possiamo andare incontro a degli effetti collaterali, la cui gravità dipende dalla situazione dell’individuo, dal tipo di farmaco che assume e dal dosaggio dello stesso.

Ad esempio, nel caso dell’ibuprofene, i rischi riguardano soprattutto i più piccoli, e possono essere i seguenti:

  • Complicazioni a livello renale;
  • Problemi a livello gastrointestinale;
  • Asma.

Soprattutto per quanto riguarda il secondo punto, ossia i problemi a livello gastrointestinale, i medici consigliano di assumere i farmaci a base di ibuprofene solo con lo stomaco pieno.

L’aspirina, invece, è famosa anche per la sua azione diretta sulla coagulazione del sangue e, ovviamente, questo fattore potrebbe comportare dei rischi, soprattutto in presenza di determinate circostanze.

Infatti, i medici sconsigliano fortemente di assumere l’aspirina, o qualsiasi altro medicinale con lo stesso principio attivo, se stiamo seguendo una terapia a base di anticoagulanti oppure se siamo affetti da condizioni in cui la coagulazione del sangue appare di per sé alterata.

Tra le altre controindicazioni dell’Aspirina® troviamo anche i seguenti punti:

  • la gastrite;
  • malattia da reflusso gastroesofageo;
  • l’ulcera peptica.

Inoltre, come abbiamo già detto in precedenza, usare l’Aspirina come antipiretico al di sotto dei 14 anni può comportare il rischio della comparsa della Sindrome di Reye, una grave patologia che interessa il sistema nervoso. Tale rischio, però, si presenta anche se si assumono gli altri tipi di FANS.

L’assunzione dei Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei è fortemente sconsigliata anche per il trattamento della varicella. In questi casi si è dimostrato utile un altro farmaco antipiretico, ossia il paracetamolo.

Anche quest’ultimo, nonostante venga ben tollerato dal nostro organismo, soprattutto nel caso dei più piccoli, va comunque assunto con prudenza perché può comportare il rischio di andare incontro a problemi che interessano i reni o il nostro fegato.

Per tutti questi motivi, prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco antipiretico, ricorda di contattare il tuo medico di famiglia il quale è l’unico che, dopo un’attenta visita, sarà in grado di risolvere il tuo problema.

Esistono degli antipiretici naturali? Quali sono?

Prima di occuparci di eventuali rimedi naturali con azione antipiretica, è bene ricordare che, anche in questi casi va consultato il medico perché non sappiamo se questi rimedi possono interferire, eventualmente, con altre terapia o, addirittura, possono comportare altri rischi nel nostro caso specifico.

I prodotti naturali che hanno una funzione antipiretica, soprattutto perché sono in grado di aumentare i livelli della sudorazione e, quindi, abbassare la temperatura del corpo, sono sicuramente i seguenti:

  • Il tiglio;
  • I fiori di sambuco.

Oltre a questi rimedi, possiamo anche ricorrere a delle piante che hanno un effetto antipiretico grazie alla presenza di salicilati. Tra queste piante ricordiamo sicuramente il salice e la spirea.

Come ultima cosa, ma non ultima per ordine di importanza, possiamo mettere in atto alcuni rimedi per diminuire in modo naturale la temperatura del corpo, ossia:

  • Bere molta acqua nell’arco della giornata;
  • Evitare di esporsi a sbalzi di temperatura;
  • Preferire gli alimenti ad alto contenuto di carboidrati e antiossidanti;
  • Evita di praticare sport o sottoporti ad altre attività sportive pesanti.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO