Forprost: A cosa Serve? Funziona? Effetti Collaterali e Indicazioni Terapeutiche

Se la prevenzione delle malattie e dei disturbi che possono insorgere nell’apparato riproduttivo femminile vengono spesso affrontati nelle campagne di sensibilizzazione, è altrettanto vero che quella che invece riguarda la prevenzione maschile non è altrettanto intensa ed efficace.

Eppure anche l’uomo necessita di controllarsi periodicamente in quanto le patologie della prostata. Per la prevenzione delle patologie a carico della prostata, oltre alle visite mediche (necessarie), esistono numerosi integratori, in commercio. Oggi ci occuperemo di recensire Forprost®.

I problemi che possono colpire la prostata aumentano sia con il raggiungimento della maturità sessuale e la conseguente attività, sia con l’avanzare dell’età. Le problematiche a cui si può andare incontro, nello specifico, sono:

  • prostatite, ossia l’infiammazione della prostata;
  • ingrossamento della prostata (altrimenti nota come IPB, iperplasia prostatica benigna);
  • degenerazione in cancro prostatico.

Ovviamente non necessariamente si sfocia nel cancro alla prostata, tuttavia è sempre bene tenersi sotto controllo e aiutarsi con integratori come Forprost®, di cui ti parlerò in questo articolo, descrivendone gli ingredienti, gli effetti collaterali, i benefici e le modalità di assunzione.

Continua a leggere per saperne di più su questo prodotto e capire se funziona e quanto costa.

Quanto costa Forprost®?

In commercio esistono tre diverse formulazioni del prodotto: Forprost 400®, Forprost 400 Beta® e Forprost 400 Flogo®, di cui ti parlerò più specificatamente nel corso della guida che stai leggendo.

Forprost 400® ha un prezzo di 21,90 euro ma è possibile acquistarlo in offerta presso le numerose farmacie on-line italiane. Qui ti riporto i prezzi più vantaggiosi per questo integratore.

Perché assumere questo integratore?

Forprost® è indicato, come già anticipato, nei casi di prostatite e di ipertrofia prostatica benigna (IBP) ed ha lo scopo di tenere sotto controllo lo stato di salute dell’apparato.

Infatti, i principi attivi naturali contenuti nelle compresse agiscono in un’ottica preventiva e rappresenta uno dei trattamenti a cui affidarsi una volta che la problematica è stata diagnosticata, con l’obiettivo di ripristinare le normali funzionalità della prostata.

Cosa contiene Forprost®?

Come ho anticipato, esistono differenti formulazioni di questo integratore. Vediamoli nel dettaglio.

Immagine del sito ufficiale del produttore

Forprost 400®

Il primo prodotto di cui voglio parlarti è “l’integratore base” per così dire, che contiene componenti in grado di supportare e migliorare le funzionalità della ghiandola prostatica.

Si tratta di capsule la cui funzione è quella di andare ad agire direttamente sull’infiammazione. Gli ingredienti che troviamo al suo interno sono i seguenti:

  • Serenoa Repens: una pianta i cui oli sono ricchi di acidi grassi liberi. Grazie ai principi attivi contenuti nell’integratore è possibile diminuire i sintomi associati all’IPB, in quanto la Serenoa Repens svolge un’azione antiandrogena, antiinfiammatoria, antiestrogenica e antiprolattinica, oltre che un’azione modulatoria sulla morte cellulare;
  • Boswellia, una pianta dalle note proprietà antinfiammatorie utilizzata in ambito urologico;
  • Vitamine e Sali minerali: Vitamina E, Selenio e Zinco, Acido Lipoico e Licopene.

Forsprost 400 Beta®

La seconda tipologia di questo integratore è la formulazione “Beta” che si differenza per i seguenti ingredienti rispetto alla precedente tipologia:

  • Ortica, grazie alla ricchezza di fitosteroli, scopoletina, tannini e sali minerali;
  • Melograno, che secondo alcuni studi arresterebbe la crescita di cellule tumorali nella prostata;
  • Selenio;
  • Solanum Iycopersicum, estratto dal pomodoro, fonte di licopene, noto per le proprietà antiossidanti.

Forprost 400 Flogo®

Infine vi è una terza variante, la quale però non risulta attualmente in commercio e quindi non è disponibile, né online né nelle farmacie tradizionali, a meno che non vi siano rimanenze di magazzino.

Come si assume?

La posologia raccomandata di questo prodotto è di una capsula al giorno da ingerire con un abbondante bicchiere di acqua. Poiché la Serenoa potrebbe essere irritante per lo stomaco si consiglia di assumere il prodotto a stomaco pieno.

Effetti Collaterali

Per quanto riguarda gli effetti collaterali di Forprost®, trattandosi di un integratore e non di un farmaco, le eventuali controindicazioni sono nettamente inferiori. Tuttavia potrebbero verificarsi rari e leggeri episodi di nausea, per cui potrebbe essere consigliabile ingerire le compresse durante i pasti.  In particolare, la Serenoa Repens, uno degli ingredienti principale di questo integratore, potrebbe causare:

  • prurito diffuso sul corpo;
  • vomito;
  • diarrea;
  • stitichezza;
  • aumento della pressione arteriosa;
  • mal di testa;
  • riduzione della libido e del desiderio in generale.

Si trattano di eventualità rare ma è sempre meglio chiedere il parere al medico, qualora si riscontrasse uno di tali sintomi.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali della Boswellia, non sono note controindicazioni nell’assunzione di questa pianta, sebbene in rarissimi casi potrebbero verificarsi eruzioni cutanee, nausea, diarrea.

In ogni caso ti ricordo che non sono stati registrati episodi di allergie e quindi l’unica preoccupazione potrebbe essere quella legata all’interazione con altri farmaci: per ogni dubbio al riguardo è necessario rivolgersi al medico.

Forprost® funziona? Efficacia ed opinioni

Concludiamo la nostra guida esaminando le opinioni di coloro che hanno fatto affidamento su questo integratore per curare i loro disturbi. Si può dire che tale prodotto è in grado di apportare effetti benefici sulle condizioni di prostatite e di ipertrofia prostatica benigna.

Infatti, gli ingredienti di cui si compone rappresentano sostanze naturali, note da secoli anche nella medicina tradizionale per la loro efficacia nel trattamento di questi ed altri problemi: gli studi recenti hanno riconfermato la tradizione.

Secondo le opinioni di molti consumatori, Forprost® riesce a tenere a bada la sintomatologia associata ai problemi legati alla prostata purché assunto secondo le indicazioni precedentemente riportate.

Tuttavia è bene ricordare ancora una volta che è sempre fondamentale rivolgersi ad uno specialista per avere un parere qualificato del problema e una diagnosi esatta, poiché tale patologia può avere complicazioni anche molto gravi.

Alcune nozioni sulla prostatite e sull’ipertrofia prostatica benigna

Ora che abbiamo esaminato a 360 gradi la composizione e la posologia di Forprost®, concludiamo con qualche nozione sulle due patologie a cui ho fatto riferimento nel corso di questa guida.

Prostatite

Con questo termine ci si riferisce ad una patologia infiammatoria a carico della ghiandola prostatica. Interessa quasi la metà degli uomini sessualmente attivi e può essere di due tipi:

  • acuta: se si presenta con difficoltà a urinare e bruciore, oltre a un aumento di stimolo durante la notte e sensazione di vescica ancora piena;
  • cronica: se, invece, causa sintomi che si manifestano per un periodo superiore ai tre mesi. Oltre ai precedenti sintomi troviamo anche il dolore pelvico.

Iperplasia prostatica benigna

Questo problema causa l’ingrossamento della ghiandola prostatica, e spesso coincide con l’avanzare dell’età.

Questo ingrossamento comprime il canale uretrale, causandone una parziale ostruzione e associata difficoltà ad urinare. I sintomi possono essere di doppia natura:

  • di tipo ostruttivo: in questo caso, la compressione sul canale uretrale complica la minzione con conseguente intermittenza del flusso e incompleto svuotamento della vescica;
  • di tipo irritativo: in questo caso lo stimolo di urinare è molto frequente, soprattutto di notte e si avverte bruciore.

Trascurare tali sintomi può significare vedere insorgere altri problemi, come cistite e altre infezioni del tratto urinario, calcoli vescicali e urinari e disturbi ai reni.

Potrebbero interessarti le recensioni di altri integratori a base di Serenoa Repens:

4 COMMENTI

  1. Grazie dei suoi suggerimenti Dott.ssa Maria Carrano.
    E’ stata molto esaustiva. Il mio dottore mi ha suggerito il Forprost 400.
    Ma le chiedo se deve essere utilizzato per sempre, oppure no.
    La ringrazio e sa sauto con stima.
    Carlo.

    • Grazie per i complimenti. In genere si effettuano dei cicli di durata variabile a seconda del problema. Dovrebbe chiedere meglio al medico.

  2. buongiorno dottoressa volevo un consiglio se è possibile, in questo periodo sto praticando una terapia di un integratore “UNYPROST” la quale ho avvertito delle sensazioni di nausea e vomito, cosa mi consigli a riguardo di sospendere o altro. grazie

LASCIA UN COMMENTO