Prostamol®: A cosa serve? Efficacia e Opinioni. Funziona?

Prostamol® è un integratore alimentare formulato in capsule molli che contiene principi attivi naturali estratti dalla Serenoa repens o saw palmetto, una palma che cresce coste del Sud-Est degli Stati Uniti.

Il prodotto è commercializzato dalla casa farmaceutica Menarini S.p.A. in confezioni da 30 capsule per un trattamento che copre un mese di terapia oppure in confezione da 60 compresse, recentemente prodotta dall’azienda, per coprire due mesi di trattamento.

Per cosa si usa? Questo integratore è utilizzato per favorire il naturale benessere fisiologico della prostata ed è particolarmente pensato per coadiuvare il drenaggio dei liquidi corporei in presenza di ipertrofia prostatica benigna.

Prostamol posologia

Fonte foto: prostamol.it

Quanto costa?

Il prezzo di listino di Prostamol® ovvero quello suggerito dalla casa farmaceutica per la vendita al pubblico è di 23,50 euro per una confezione da 30 capsule molli e di 37,90 euro per la confezione da 60.

Tuttavia, trattandosi di un integratore non è raro che sia dispensato con sconti e promozioni. Qui vi segnaliamo le migliori offerte attualmente disponibili nelle farmacie on-line certificate ed affidabili autorizzate in Italia.

Prostamol 30 Capsule 15,90€ Compra Ora in Offerta
Prostamol 30 Capsule 18,40€ Compra Ora in Offerta
Farmacia Loreto Gallo Prostamol 30 Capsule 15,92€ Compra ora in Offerta
Amicafarmacia, la tua farmacia on line Prostamol 30 Capsule 19,99€ Compra Ora in Offerta
Prostamol 60 Capsule  37,90€ Compra Ora in Offerta

Nella guida di oggi cercheremo di fornirvi tutte le informazioni necessarie da sapere per assumere correttamente il prodotto cercando di rispondere agli interrogativi e ai dubbi che possono sopraggiungere quando bisogna assumere il prodotto.


Vuoi ricevere gli sconti migliori per l'acquisto dei tuoi farmaci ed integratori?
Riceverai i migliori sconti direttamente nella tua e-mail personale!

La tua privacy è al sicuro!


Perché usare Prostamol®?

Prostamol® funziona molto bene nei casi di ipertrofia prostatica benigna in quanto è in grado di agire su più fronti: è in grado di prevenire l’ingrossamento della ghiandola prostatica e di ripristinare la sua normale funzionalità.

Infatti, grazie gli acidi grassi e ai fitosteroli presenti nell’estratto di Serenoa repens, Prostamol® è in grado di:

  • inibire la formazione di testosterone che rappresenta il principale input di replicazione per le cellule prostatiche. Questa inibizione si realizza mediante il blocco dell’attività dell’enzima 5-alfa-reduttasi che converte il diidrotestosterone in testosterone;
  • produrre effetti antiestrogenici e antiandrogenici;
  • contrastare l’eccessiva proliferazione cellulare del parenchima prostatico;
  • esercitare proprietà antiflogistiche ed antiedemigene mediante il blocco della cascata dell’acido arachidonico (la via metabolica con la quale si producono i mediatori dell’infiammazione).

La Serenoa repens è una pianta che si è dimostrata efficace sia per la prevenzione che per la cura dell’ipertrofia prostatica benigna grazie alla presenza nei suoi frutti di composti biologicamente attivi per curare questo disturbo.

Prostamol® è indicato per l’utilizzo nella popolazione adulta maschile a partire dai 45-50 anni d’età ed è efficace sia come coadiuvante che preventivo della patologia.

Perché questo? La risposta va ricercata nelle scelte commerciali e registrative della casa che la produce.

Ottenere l’autorizzazione all’immissione in commercio di un farmaco (AIC) è un iter molto più complicato rispetto a quello dell’immissione sul mercato di integratori alimentari per questo la scelta del “percorso da seguire” viene scelta dalla ditta produttrice alla luce di numerosi fattori.

Per approfondire l’argomento potete leggere questo articolo de “Il Fatto Alimentare”. Intorno a questo prodotto vi è una piccola “diatriba” perché la composizione di questo integratore risulta praticamente identica ad un prodotto registrato come farmaco di fascia C: Permixon®.

Meccanismo d’azione nell’ipertrofia prostatica benigna

Questa patologia si caratterizza per l’aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica che comprime e devia il percorso dell’uretra ostacolando l’espulsione dell’urina.

Tuttavia, il termine “ipertrofia” è inesatto per identificare il processo che porta alla comparsa di questo disturbo, infatti è più preciso parlare “iperplasia”.

Il termine “ipertrofia” indica l’aumento del volume delle singole cellule che costituiscono l’organo, mentre in questi casi è più preciso parlare di “iperplasia” ovvero l’aumento del numero delle cellule.

I sintomi di questa patologia non sono correlati solo all’aumento delle dimensioni della ghiandola, come molti potrebbero pensare, piuttosto nascono dalla somma di due componenti: una “statica” e una “dinamica”.

La prima è provocata dalle dimensioni dell’organo, la seconda invece tiene conto del tono della muscolatura liscia di tre localizzazioni diverse: collo vescicale, prostata e capsula prostatica.

Questa condizione provoca due tipi di sintomatologia, ostruttiva o irritativa. Quella ostruttiva provoca: difficoltà urinarie, intermittenza del flusso urinario, incompleto svuotamento vescicale e sforzo durante la minzione.

I sintomi di natura irritativa sono invece: pollachiuria (aumento del bisogno impellente di urinare), nicturia (aumento del bisogno di urinare nella notte) e bruciore ad urinare.

Tutti questi disturbi, se non opportunamente diagnosticati e curati da un medico specializzato, possono provocare altre situazioni associate come: infezioni urinarie, formazione di calcoli renali e vescicali, compromissione renale.

Passiamo ora ad approfondire la posologia e gli effetti collaterali associati all’assunzione di questo prodotto.

Posologia ed effetti collaterali

Ogni capsula molle di questo prodotto contiene 320 mg di estratto oleoso da frutto della Serenoa repens e la posologia prevede l’assunzione di una capsula al giorno da assumere dopo i pasti principali.

Gli effetti collaterali di Prostamol® sono di gran lunga inferiori rispetto ai farmaci di altre classi terapeutiche che si utilizzano per trattare il medesimo disturbo come ad esempio la finasteride.

In alcuni casi possono presentarsi episodi di nausea, specie se il prodotto viene assunto a stomaco vuoto. Occasionalmente, si registrano episodi di dolori addominali e gastrici.

Non sono note interazioni con altri farmaci e l’assunzione di Prostamol® è sconsigliata nelle donne in gravidanza ed allattamento e nei bambini piccoli, in quanto potrebbe esistere la possibilità di interferenze ormonali. Per ovvi motivi, il prodotto non è indicato nelle donne in quanto queste non hanno la prostata.

Inoltre, è necessario prestare attenzione in pazienti con storia di infarto del miocardio in quanto l’estratto di questa pianta contiene notevoli quantità di beta-sitosterolo, considerato un potenziale fattore di rischio per l’infarto del miocardio.

Effetti collaterali della Serenoa repens

Come abbiamo visto, questa pianta originaria del Sud-America contiene gli estratti vegetali grazie ai quali può agire Prostamol®. Pertanto, gli effetti collaterali che possono essere associati sono dovuti proprio alla presenza della Serenoa repens.

Si tratta di effetti collaterali estremamente rari e che possono presentarsi in soggetti che hanno già una certa predisposizione ad andare incontro a disturbi di questo tipo.

Tra essi abbiamo:

  • prurito diffuso sul corpo;
  • riduzione della libido e del desiderio in generale;
  • aumento della pressione arteriosa;
  • mal di testa;
  • diarrea;
  • vomito;
  • stitichezza.

Qualora si presentasse uno di questi sintomi che sono da ricondurre agli effetti collaterali della Serenoa repens, è fortemente consigliato rivolgersi al proprio medico in modo tale da valutare o meno la sospensione del prodotto. Se vuoi approfondire questo aspetto ti consiglio la lettura del nostro articolo dedicato agli effetti collaterali e alle controindicazioni della Serenoa repens.

Prostamol® Funziona? Opinioni ed Efficacia

In questa sezione abbiamo cercato di raccogliere le opinioni di quanti hanno avuto modo di utilizzare questo prodotto per la cura degli episodi di urgenza minzionale associati molto spesso ad una condizione di ipertrofia prostatica benigna.

L’efficacia di questo prodotto si deve ai principi attivi contenuti nella Serenoa repens la cui efficacia è ormai supportata da numerosi studi scientifici e paragonata ai comuni principi attivi di sintesi che si utilizzano nel trattamento di questa patologia.

Secondo le opinioni di molti utilizzatori, Prostamol® funziona molto bene nel contrastare tutti i sintomi associati alla patologia purché assunto secondo le modalità consigliate dal medico e riportate nel foglio illustrativo.

Altra nota a favore di questo prodotto riguarda la presenza di estratti vegetali che sembra essere una caratteristica molto apprezzata dai pazienti.

Nonostante questo, però, vogliamo ricordarvi che è sempre consigliabile rivolgersi ad un medico quando si hanno sintomi che sono riconducibili all’ipertrofia prostatica in modo tale da avere sempre una terapia che sia cucita secondo le proprie esigenze e che funzioni per i problemi di cui si soffre.

Prodotti con lo stesso principio attivo

Qui ti riporto la lista degli integratori e/o farmaci a base di Serenoa repens che puoi trovare recensiti sul sito:

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

127 COMMENTI

  1. Salve, ho problemi di erezione ed ho 55 anni. Circa due anni fa, sono stato affetto da una prostatite con febbre alta, curata con antibiotici ed altri farmaci coadiuvanti. In seguito ho cominciato ad avere mancanza di stimoli erettili e per questo l’urologo mi ha prescritto una cura a base di Cialis da 5 mg. per tre mesi a gg alterni. È passato un anno e mezzo e ad oggi continuo ad avere questa mancanza di stimolo erettile. Secondo voi dovrei riprendere ad usare il Cialis a gg alterni da 5 mg ed il “Prostamol” potrebbe essere un ulteriore aiuto? Grazie mille!

    • Purtroppo non è possibile fare una diagnosi e prescrivere una terapia dalle pagine di di un blog. Il mio invito è quello di rivolgersi al suo urologo che conosce molto bene la sua situazione e saprà prescriverle la migliore terapia per il suo problema.

  2. Ho subito intervento di prostata una decina di anni fa. Tutto ok tranne che mi rimase lo stimolo di urinare spesso ma pochissimo. Il mio ex medico curante mi prescrisse la cistografia, visionata anche dal mio urologo, ma non risultò alcunchè. Feci delle prove e mi capitò di verificare che se aspettavo comunque ad urinare facendo riempire di più la vescica, il problema dell’urgenza scompariva.
    Ora dopo diversi anni mi è ricomparso questo stimolo di urgenza, anche se con quantità irrisorie, pur non alzandomi di notte se non in casi sporadici, che mi sta penalizzando molto.
    Ho sentito parlare e pubblicizzare il PROSTAMOL: potrebbe far bene al caso mio? Anche senza tornare dall’urologo?
    Grazie

  3. Salve, ho iniziato a prendere il Prostamol da pochi giorni e Vi chiedo per quanto tempo devo prenderlo per avere un risultato duraturo?
    Grazie

  4. No, di mia iniziativa. in passato però sono stato in cura per questo disturbo: ecografia,visita urologica e relativa cura. Cura che per gli effetti indesiderati a dir poco “imbarazzanti” non vorrei ripetere.
    Dalla sua domanda però mi vien da pensare che il Prostamol non sia un semplice integratore alimentare da prendere con leggerezza come si è portati a pensare dalla pubblicità!

    • Esatto Luca, purtroppo non è un integratore che può essere preso da tutti per questo motivo ti consiglio di confrontarti con il tuo urologo. Tienimi aggiornata.

  5. Sul foglietto illustrativo del farmaco viene indicata una capsula al giorno come dose giornaliera consigliata di Prostamol. Ma aumentare tale dose puo’ portare maggiori benefici per gli scopi che esso viene preso ? e, eventualmente ciò si possa fare, a quante capusule, al massim, si può arrivare e quali effetti collaterali si possono avere ?

    • Ciao Mario. Nonostante Prostamol sia un integratore acquistabile senza per forza di cose recarsi dal medico, la sua posologia necessita per forza di cose di un suo consulto a causa degli importanti effetti collaterali che può comportare. E’ difficile stabilire quale sia la dose più efficace per il tuo problema senza adeguate analisi (nonostante il foglio illustrativo riporti che è possibile prendere anche più di una compressa al giorno). Per questo motivo ti consiglio di andare da un urologo per una visita approfondita: lui saprà sicuramente trattare nel miglior modo il tuo problema e consigliarti la giusta terapia che sarà anche quella più sicura per te. Buona giornata e tienimi aggiornata.

  6. Prendo 2 pasticche depakin 500 ..visto che mi anno dato una cura x la prostata compreso il Calais può comportare qualche problema..

    • Ciao Paolo, nel foglio illustrativo non sono riportate interazioni tra Depakin e Cialis. Però, poiché non so in cosa consiste la tua cura per la prostata, ti consiglio di parlarne con il medico oppure con il tuo farmacista di fiducia per identificare la presenza o meno di interazioni farmacologiche.

  7. Salve,
    vorrei sapere se il PROSTAMOL tanto pubblicizzato, si può prendere a livello preventivo, anche se una persona
    è perfetta o bisogna assumerlo solo in caso di diagnosi di Ipertrofia Benigna della Prostata.
    Se così fosse, siccome tutti i medicinali o integratori hanno più o meno effetti collaterali, ritengo questa pubblicità ingannevole e perseguibile penalmente in quanto non si capisce nella pubblicità se è un farmaco curativo o preventivo.
    Inoltre questo PROSTAMOL ha effetti negativi sul desiderio sessuale o disfunzione erettile?
    Saluti
    Francesco Capasa

    • Ciao Francesco, grazie per le domande cercherò di risponderti nella maniera più esaustiva possibile.
      Questo integratore si utilizza nel caso di diagnosi di ipertrofia prostatica benigna (come hai giustamente detto tu) ed i suoi sintomi associati come la nicturia, la pollachiuria e la disuria. Da questo si evince che non può essere utilizzato a scopo preventivo, ma queste sono deduzioni e non dichiarazioni dell’azienda supportate da adeguati studi scientifici.

      La Serenoa repens contenuta in questo integratore può dare effetti collaterali come la maggior parte delle sostanze presenti in natura (anche l’acqua se assunta in eccesso può essere dannosa). Quindi è necessario prestare attenzione ai possibili effetti collaterali senza lasciarsi influenzare dalle pubblicità e chiedere sempre il consiglio del medico ogni volta che si assume un qualsiasi prodotto.

      Per quanto riguarda gli effetti negativi sul desiderio sessuale o sulla disfunzione erettile, non sono riportati dati in letteratura medica che possono confermare questa relazione. Quello che è certo è che l’ipertrofia prostatica benigna causa disfunzione erettile e calo della libido, sintomo riscontato nella maggior parte dei pazienti. Spero di esser stata chiara e ti auguro una buona serata.

  8. buona giornata …….vorrei sapere se il prostamol crea problema sul lato sessuale , tipo mancanza di erezione e calo desiderio , grazie ….salvatore da genova

    • Ciao Salvatore, questi disturbi non vengono riportati nel foglio illustrativo ma se soffri di questi problemi è necessario farne parola con il tuo medico. Tienimi aggiornata.

  9. l’unico problema sul lato sessuale è che prendendo la pillola mi comporta l’eiaculazione retrogada ….vorrei smetterla e prendere il prostamol sempre che non comporta nessun problema sul lato sessuale ……..buona serata

  10. prendo prodotti a base di serenoa per 2/3 mesi 2 volte l’anno e ho risolto il problema della minzione mattutina e in più mi ha abbassato il PSA! I medici non si esprimono anzi essendo un integratore dicono che non ha nessun effetto! Non ci credo! Devono sempre far prendere prodotti chimici che fanno più bene che male!

  11. Buon giorno,ho 58 anni e un po’ da sempre ho sofferto di minzione frequente, meno che notturna. Ho fatto varie visite, anslisi psa normale e free con esito sempre nella norma a parte la flussemetria che evidenziava un basso getto a livello di flusso della minzione. Mi hanno prescritto omnic che ho preso per un periodo, che certamente mi ha alleviato di molto il fastidio che avevo, ma a causa di problematiche della sfera sessuale dovute a questo farmaco di cui non ne ho mai sofferto, sono stato costretto a non usare più. Pensa che prostamol possa darmi lo stesso aiuto? Grazie.

    • Ciao Marco, la tua diagnosi è ben precisa. Nel caso di riduzione della flussimetria e di psa normale, Prostamol potrebbe non essere indicato per il tuo problema anche se la pubblicità lascia intendere il contrario. Prima di prendere qualsiasi iniziativa personale ti consiglio di consultare sempre il tuo urologo che saprà consigliarti la migliore terapia per il tuo problema. Se Omnic ti da problemi, riferiscilo a lui magari cambiando principio attivo gli effetti indesiderati scompaiono.

    • Ciao Gennaro, sebbene Prostamol sia un integratore alimentare che può essere acquistato senza ricetta medica ti consiglio di parlare della questione con il tuo urologo prima di prendere qualsiasi decisione in merito all’assunzione di un qualsiasi tipo di prodotto.

  12. ho 66 anni da qualche tempo mi sento il bisogno di urinare spesso e dificolta
    a trattenerla la mattina alle prinme urine devo aspettare un pò avendo provato diversi integratori senza troppo miglioramento, da 6 mesi sto prendendo compresse di radice di ortiga da 300mg 2 mattina 2 sera ho notato un miglioramento del 30-40 x cento mi potete dare qualche consiglio grazie.

    • Ciao Sandro, fossi in te chiederei il parere di un urologo prima di assumere qualsiasi tipo di rimedio naturale e non.

    • Ciao Maria, in tutta sincerità e vista anche l’età di tuo padre il miglior consiglio che posso darti è quello di rivolgerti ad un medico prima di prendere qualsiasi tipo di iniziativa.

  13. Salve, sono Antonio, ho 71 anni e da anni soffro di ipertrofia prostatica. L’urologo che mi cura da anni, mi ha prescritto oltre ai vari controlli, lo XATRAL 10 mg (1 compressa a sera) e Profluss 1 capsula al giorno a mesi alterni. Da un paio di mesi, vedendo i TV la pubblicità del PROSTAMOL, consigliandomi con il mio medico di base, ho sostituito il Profluss con il Prostamol, molto più economico ( acquistato in rete ). Faccio la visita dall’ urologo e comunico la sostituzione fatta. L’urologo mi dice di tornare al Profluss, perchè anche se simili, hanno metodi di estrazione dela Serenoa repens diversi. E’ proprio così. Grazie della risposta.

    • Ciao Antonio. Non credo si tratti di un problema di estrazione della Serenoa repens piuttosto in Profluss sono presenti due importanti antiossidanti (licopene e selenio) che forse il tuo medico reputa necessario che tu assuma. E’ l’unica spiegazione possibile

  14. Salve, stò assumendo capsule vegetali di ERBAMEA PROST da circa una settimana, infiammazione alla prostata diagnosticata dal mio medico, ho 62 anni non ho problemi erettili ma solo qualche bruciore occasionale.
    Le chiedo gentilmente cosa ne pensa di questo prodotto e se faccio bene a prenderlo visto che sono integratori alimentari. Grazie della sua risposta.

    • Ciao Marco, il prodotto che assumi va benissimo per i tuoi problemi in quanto oltre all’estratto di Serenoa repens contiene anche il licopene estratto dal pomodoro che ha una potente azione antiossidante.

  15. ho 57 anni e ogni 3 mesi faccio una cura con “saba” sempre estratto di serenoa repens, .Se lo sostituisco con prostamol può andare bene? Grazie

    • Ciao Luciano, i due prodotti contengono gli stessi principi farmacologicamente attivi. Perché vuoi sostituirlo?

        • Capisco. Entrambi i prodotti contengono gli stessi principi fitoterapici responsabili dell’azione benefica nel trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna. Quindi puoi sostituirli tranquillamente. Nel caso di comparsa di eventi avversi non manifestai con il precedente prodotto, ti consiglio di sospendere l’assunzione.

  16. Salve, mio figlio ha 17 anni e da un pó di tempo soffre di bruciore durante la minzione, ha fatto un tampone uretrale da cui è risultato Enterococcus spp. Dopo terapia antibiotica il bruciore non è passato e l’urologo gli ha prescritto prostanox. Quali sono le controindicazioni? È adatto a un ragazzo della sua età?

    • Salve, Prostanox è un integratore a base di Serenoa repens una specie vegetale che si utilizza nel trattamento dei disturbi alla prostata (ipertrofia prostatica benigna). In genere questo tipo di prodotti è controindicato negli adulti al di sotto dei 18 anni. Ha provato a ripetere il tampone per capire se l’infezione è stata correttamente debellata?

  17. salve dopo visita urologica mi è stato prescritto il permixon. ho assunto il farmaco per circa un mese e mezzo per poi passare al prostamol in quanto mi è stato detto che ha la stessa quantità di serenoa repens ma piu economico. da quando prendo quest’ultimo vedo però che tutti i benefici che mi aveva dato il permixon sono andati perduti, con continua frequenza di urinare. a questo punto riprendo il permixon oppure continuare con prostamol?

    • Ciao, se ti sei trovato bene con il Permixon ti consiglio di continuare con quello per non perdere i benefici ottenuti.

  18. Salve volevo sapere se prostamol può fare a caso mio? E da un mese a questa parte che avvertivo dei bruciore anale,ed in più quando urino la vescica non veniva svuotata del tutto.premetto che il problema si è ripetuto già anni indietro e con sintomi di nausea, continuo di urinare, e febbre :il mio medico mi prescrisse delle compresse di antibiotico (ciproxin da 500mg)la cura e andata bene per tre giorni,dopo un po’ di anni in questi giorni è forse era già in corso si ripresenta, in questi giorni vedevo la pubblicità per TV di questo nuovo prodotto di prostamol e spero che funziona bene e di risolvere il problema

    • Ciao Orazio, approfitto della tua domanda per spendere qualche parola su questo prodotto. Nonostante Prostamol sia un integratore alimentare pubblicizzato ed acquistabile senza ricetta medica, esistono una serie di controindicazioni ed effetti collaterali che bisogna tener presente quando si assume un prodotto di questo tipo. Inoltre, la pubblicità potrebbe trarre in inganno ed indurre autodiagnosi che sono vivamente sconsigliate quando bisogna affrontare un problema di salute così importante. Secondo il mio parere, dovresti parlare del tuo problema con il medico e cercare di capire la causa primaria del tuo disturbo senza cercare soluzioni al di fuori del confronto con il medico.

  19. Buongiorno
    Ho 51 anni e ho avuto una prostatite tempo fa.
    Continuo con i controlli di PSA e ecografia che riscontrano sempre prostata aumentata di volume .
    I sintomi che accuso sono problemi di minzione , bruciore durante la minzione e la sensazione di non aver svuotato tutto …
    Le chiedo se è il caso di utilizzare il prostamol , visto che è un integratore , o conviene utilizzare farmaci ?
    Grazie

    • Ciao Beppe, prima di prendere qualsiasi iniziativa è importante che ti confronti con il tuo medico. Anche se Prostamol è un integratore, esso agisce allo stesso modo di alcuni tipi di farmaci presenti in commercio.

  20. buongiorno, ho fatto oggi una visita urologica per disuria con mitto intermittente, dove il medico mi ha riscontrato una prostata un pò larga, parenchimatosa con valori PSA tot. 0,79ng/ml.
    Il suo consiglio è terapia con Tamsulosina.
    Vorrei sapere se è possibile sostituirla con Prostamol. Grazie

    • Ciao Riccardo, perché vuoi sostituire un farmaco prescritto dal medico tenendo conto della tua situazione di salute?

  21. Commento: buongiorno dopo una diagnosi di “E.R. prostata solo di poco aumentata di volume, liscia, delimitabile, lievemente pastosa, con sensazione di gocciolamento alla digitopressione” mi prescrive:
    Agilev 500 per 21 GG; Riflog 1 supp per 15 sere; Profluss 1 cpr per 60 GG; BIFIPROST fermenti lattici in bustine per 30 GG.
    Non è un po’ troppo ( soprattutto l’antibiotico con questo caldo?)

    • Ciao Mirco, se il medico ha deciso che questa è la terapia adatta per curare il tuo problema secondo me dovresti seguirla.

  22. perchè ho letto che questo tipo di farmaci danno moltissimi effetti collaterali. Ad esempio, diminuzione libido e parziale funzionalità erettile. arrossamenti e prurito a mani, polsi e caviglie, e non indifferente a volte una poliura molto forte.
    grazie per la risposta

  23. buonasera da molti anni prendo il farmaco omnic 0.4 mg vorrei sapere se bisogna cambiarlo per avere un buonificio dato che ho notato un rallentamento nell effetto grazie resto in attesa.

    • Ciao Federico Pasquale, prima di prendere qualsiasi scelta consulterei l’urologo senza prendere scelte ne possano peggiorare la situazione.

  24. Salve, ho 67 anni e una IPB con un residuo post minzione di circa 100 cc. Il mio urologo mi ha prescritto una compressa al giorno di Alfuzosima per 3 mesi, però questo farmaco può dare degli effetti collaterali piuttosto importanti (capogiri, abbassamento della pressione, tachicardia ecc. ecc.). Potrei prendere in alternativa il Prostamol? Grazie della risposta.

    • Ciao Aldo, secondo il mio parere devi seguire la terapia che ti ha prescritto l’urologo. Tutti i farmaci (e anche gli integratori) hanno effetti collaterali ma non è detto che si manifestino sempre.

  25. Sono affetto da ipertrofia prostatica benigna con un PSA che oscilla fra 6.0 e 7.40. Assumo al giorno: la mattina: 1 capsula di Profluss, una capsula di Avodart e la sera: 1 capsula di Urorec 8. Non ho disturbi particolari né durante il giorno, né durante la notte. Che cosa ne pensa?

  26. Buongiorno, da due anni soffro di prostatite che ” gestisco ” con Antunes 0,4, una pillola al giorno. Diminuendo gradualmente gli effetti benefici, posso aggiungere il Prostamol? Grazie.

    • Ciao Rosario, studi recenti hanno dimostrato che gli antiossidanti possono avere un ruolo nella riduzione del PSA. Prostamol non contiene licopene ma altri integratori a base di Serenoa repens si, come ad esempio Profluss. Da premettere che in questi casi la cosa migliore da fare è sempre quella di rivolgersi ad uno specialista prima di intraprendere qualsiasi scelta.

  27. Prendere PROSTAMOL al posto di PERMIXON 320mg?
    Ho problemi di IPB ed al momento prendo PERMIXON 320mg. Potrei sostituirlo con PROSTAMOL, visto che costa molto meno oppure i due prodotti sono sostanzialmente diversi.

    • Salve, se è in cura da uno specialista ti consiglio di chiedere a lui per un’eventuale sostituzione del prodotto.

  28. buonasera una domanda , sono un infermiere di 53 , eseguendo un eco prostata , e uscito fuori una prostata lievemente aumentata( TRASVERSALE 46MM), ESEGUITO TERAPIA ANTIBIOTICA E INFIAMATORIA I SINTOMI NON SONO CAMBIATI( DOLORE AL PUBE E ALL ANO)
    COSA POSSO FARE
    N.B. USATO CIPROXIN 2 SCATOLE
    UNIDROX 600 UNA SCATOLA
    LEVOXACIN 5 COMPRESSE
    OKI BUSTINE 5 BUSTINE i sintomi sono sempre i stessi, alimentazione curata
    GRAZIE
    TANTI SALUTI ANDREA

    • Ciao Andrea, ti consiglio di chiedere il parere ad un altro urologo. Forse la terapia che hai seguito è stata troppo aggressiva (3 antibiotici mi sembrano veramente troppi).

  29. Buonasera mi chiamo Roberto ed ho 56 anni, da 3 o 4 mesi mi alzo 3 o 4 volte x notte x andare in bagno, sono un po’ restio ad andare dai dottori Vi chiedo se potrei risolvere il problema prendendo il PROSTAMOL .

    • Ciao Roberto, meglio fare una visita approfondita da un urologo prima di assumere sostanze che potrebbero non essere indicate per risolvere il problema.

  30. buonasera mi chiamo Massimo ho 60 anni. volevo chiedergli, visto che al mattino prendo tamsulosina e integratori ,il prostamol posso prenderlo la sera dopo cena? grazie .

    • Ciao Massimo, poiché già assumi un farmaco per il controllo della problematica credo sia più giusto chiedere consiglio al medico che ti segue.

  31. Buongiorno
    la mia età e 77 anni mi è stata riscontrata una prostata ingrossata. Da qualche anno prendo una pastiglia di tamsulosina al giorno e ho un PSA di 6/7 normalmente con esami ogni 3/4 mesi. Ho fatto anche una biopsia ma risulta tutto OK.
    Il problema e che mi alzo un paio di volte alla notte e di giorno spesso debbo urinare.
    Volevo sapere se esiste qualche cosa che mi possa prolungare i tempi di andare al bagno.
    Grazie

  32. Buongiorno, in questi giorni dopo visita urologica mi è stata consigliata una cura con Permixon 320 mg o prodotto equivalente. Chiedevo se Prostamol può considerarsi un prodotto equivalente. Mia moglie, molto attenta a ciò che si assume mi aveva parlato anche del prodotto Prost di Erbamea. Grazie dell’attenzione.

    • Buongiorno Sig. Michele, ho scritto un articolo che compara i due prodotti dove ho spiegato le analogie e le differenze: può leggerlo qui. Erbamea prost contiene 320 mg di Serenoa repens (come Prostamol e Permixon), Ortica e Licopene. La scelta è soggettiva e dipende molto dalla risposta individuale ai prodotti.

  33. Buonasera, stamattina in ospedale mi hanno prescritto Permixon 320 mg, il dottore della farmacia mi ha consigliato Prostamol, è lo stesso. Grazie

    • Buonasera Sig. Giancarlo, entrambi i prodotti contengono 320 mg di estratto lipidico di Serenoa repens. La differenza sta nella classificazione Permixon è un farmaco di fascia C mentre Prostamol è un integratore.

  34. Dottore. Io prendo medicinale
    Colesterolo totalip 20
    Pressione idroquark 5 mg
    Caldura 2
    Iperten. 20 metta
    Caldura 160.
    Io vado minimo al bagno al giorno 7 volte minimo e prostatite ?
    Quanto o rapporti alla fine rapporto brucia non alza piu rapporti. Posso prendere prostamol ?

    • Ciao Stefano, i due prodotti contengono entrambi 320 mg di estratto liposolubile di Serenoa repens che rappresenta l’ingrediente principale. Ferprost contiene inoltre una serie di antiossidanti come zinco, quercetina e vitamina E che non sono presenti in Prostamol. Se il medico le ha prescritto Ferprost è perché lo ritiene più completo per lei.

  35. Gentile Dott.essa Carrano, avodart 0,5 mg, assunto per due giorni assieme a urorec 8 mg per l’ IPB, puo’ avermi causato entrambe le volte, dopo due ore, l’improvvisa insufficienza cardiaca con conseguente emoftoe?
    E’ importante un Suo illustre parere al riguardo. Io non sono persuaso di una semplice coincidenza.
    Inoltre, da quattro mesi sto assumendo prostamol. Faccio bene?
    Grazie per entrambe le risposte. Cordiali saluti. Antonio

    • Buongiorno Antonio, mi sono presa qualche giorno per fare delle ricerche più approfondite sul suo problema. Effettivamente come si legge in un studio che ho trovato in banca dati, nello studio clinico CombAT durato 4 anni si afferma che l’insufficienza cardiaca si è manifestata con un’incidenza maggiore nei pazienti che assumevano Avodart e Tamsulosin (Urorec) rispetto ai pazienti che non assumevano i farmaci in associazione. Quindi ciò che hai riscontrato è perfettamente in linea con quanto viene riportato nello studio clinico, di conseguenze è assolutamente necessario sospendere il trattamento.
      Per quanto riguarda l’assunzione di Prostamol, non vedo criticità ma informerei l’urologo per sicurezza di entrambe le situazioni. Spero di esserle stata d’aiuto e le auguro una buona giornata.

      • Gentile Dott.ssa Carrano, il Suo illustre parere è per me di notevole importanza in quanto non solo avvalora la mia ragionevole convinzione sulla possibile insufficienza cardiaca con conseguente emoftoe causate dal farmaco avodart 0,5 mg, ma è altresì prezioso per dimostrarlo sia a chi ha concordato evasivamente con la mia convinzione, sia a chi,viceversa, ha ritenuto l’evento una semplice coincidenza.
        Apprezzo moltissimo la Sua grande professionalità e l’impegno che profonde nel fornire precise e rassicuranti risposte. Grazie per la cortesia.
        Cordiali saluti. Antonio Ladispoli

  36. Buongiorno vorrei un consiglio devo fare degli esami di laboratorio,tra cui uricultura più spermicultura , vorrei sapere se posso continuare a prendere prostamol e qualche volta anche antibiotico di ciprox

  37. Ho 67 anni, non ho mai fatto visita urologica, circa 5 mesi fa una mattina ho urinato sangue, dopodiche’ non e’ successo nulla. Pero’ da qualche mese vado al bagno 5-6 volte nella notte e spesso anche di giorno, a volte sento lo stimolo e devo correre al bagno. Posso risolvere con prostamol?Grazie

    • Salve Sig. Antonio, mi sembra giunta l’ora di fare una visita urologica e non sottovalutare mai i segnali che il corpo ci invia. Non abbia paura e non si affidi al fai da te o ad un pubblicità vista in tv.

  38. Buongiorno,
    ho iniziato ad assumere PROSTAMOL, di mia iniziativa, stanco dei continui “viaggi” al bagno e la continua sensazione di vescica piena. (leggera ipertrofia prostatica benigna)
    Dalla 3^, 4^ capsula, ho notato un NOTEVOLE MIGLIORAMENTO e sono davvero entusiasta del prodotto !
    Deluso invece, dalla precedente assunzione di PROFLUSS (per 3 mesi) e relativo medico che me l’ ha prescritta.

  39. Salve dott.ssa. Prendo da tempo xatral 10 mg dietro prescrizione medica e prostamol. mi capita sovente di svegliarmi di notte con il cuore che batte a mille. l’urologo mi ha detto che xatral da di questi sintomi e di sospenderlo riferendomi inoltre che più o meno questi tipi di farmaci danno gli stessi effetti collaterali. Posso prendere solo prostamol? E’ sufficiente? Grazie

    • Ciao Alfredo, il medico le ha riferito una cosa giusta. E’ difficile capire se solo Prostamol possa essere efficace per il suo problema dovrebbe fare una prova sempre sotto stretto controllo del medico.

  40. Salve, circa 1 mese fa ho cominciato ad accusare bruciori anali. Già da qualche mese notavo una certa frequenza nella minzione. Ho fatto coltura delle urine con esito negativo e esami PSA (valore 2,4). Ho 44 anni. Ho fatto cura di 6 giorni con ciproxin e poi ecografia vescica che ha evidenziato un residuo di circa 30cc dopo la minzione (non svuoto bene). La prostata sembra dimensioni accettabili (forse trasversalmente più grande) con micronodulia. A questo punto attendo di fare visita urologica. A giorni alterni soffro di bruciori estesi anche alla fascia dell’addome e alle cosce. Non so se tutti questi sintomi siano indice di possibile prostatite. Passo da giorni con frequenti minzioni ad altri più accettabili. Generalmente non ho bruciori nè eiaculando nè urinando.

    • Salve, se lo svuotamento vescicale non è completo è probabile che sia quello a causarle questi disturbi. Una visita urologica aiuterà certamente a chiarire la situazione.

  41. Salve mi chiamo Carmine e ho 67 anni c.a., per la prostatite assumo Terazosina Teva 5mg, questa mi regola la funzione della prostata, ma mi provoca la disfunzione erettile e il calo del libido, se asdunessi prostamol potrebbe cambiare qualcosa in meglio a livello sessuale?

    • Salve, le consiglio di non modificare la terapia prescritta dal medico ma di riferirle quanto accusa in modo tale da trovare per lei la soluzione più giusta.

  42. Salve, sono un uomo di 59 anni, da anni con problemi di ipertrofia prostatica e prendo tutte la sere un pastiglia
    di MITTOVAL 10 mg. prescritta dall’urologo. Poi a mesi alterni prendo anche una di prostamol. Secondo lei è sbagliato integrare anche il prostamol .

    • Salve, se assume questo integratore di sua volontà sarebbe il caso di informare il medico in modo tale che possa valutare meglio la sua situazione alla luce dei principi attivi che assume.

  43. Salve dottoressa ho 48 anni il mio urologo do Po varie visite ed ecografie dv mi ha diagnosticato un IPB, Cn urinoflussometria nella norma,mi ha fatto continuare Cn xatral2,5mg.di mia iniziativa visto che la notte scendo 2volte,ho comprato prostatico visto che è un integratore?quindi male nn fa?,infine le chiedo un consiglio di qlk integratore che aiuta ad abbassare il psa che è 3,5un po alto x la mia età..in attesa di una sua risposta le faccio tanti saluti.

    • Salve, in genere anche se si tratta di un integratore il consiglio che do sempre è quello di chiedere al medico anche perché, come spesso ribadisco nelle guide che scrivo, anche gli integratori possono nascondere delle insidie.

  44. Salve Dott.ssa
    Ho 43 anni ed ho una sclerosi del collo vescicale che nell’ arco di circa 8 anni mi ha portato ad una riduzione del flusso dell’ urina. Il mio urologo mi fece iniziare una terapia prima con Benur (subito interrotta per capogiri abbassamento di pressione ecc ) e poi con Urorec meno forte ma anche quella abbandonata subito poco dopo perchè non tollero questi farmaci e comunque senza nessun miglioramento . Volevo domandarle se Prostamol potrebbe avere degli effetti positivi e un miglioramento al mio problema?
    Grazie tanto. Saluti.

    • Gentile paziente, innanzitutto mi dispiace per la sua situazione. Purtroppo Prostamol non è un prodotto indicato per il suo disturbo. La terapia a base di Benur o Urorec è giusta ma se non tollera questi farmaci allora non può prenderli. Le consiglio di ascoltare il parere di un altro urologo in modo tale da trovare la terapia giusta.

  45. Salve dottoressa,
    Volevo chiederle un consiglio in merito al Prostamol.
    Ho 32 anni e soffro di alopecia androgenetica diagnosticata qualche anno fa da un dermatologo/tricologo.
    Feci una cura a base di Finasteride e minoxidil per qualche mese. Anche se i risultati erano evidenti, informandomi sugli effetti collaterali ed allarmato da questi, decisi di interrompere la cura.
    A 4-5 anni dalla sospensione, l’alopecia è progredita, con diradamento soprattutto sulla zona frontale. Ho letto della serenoa repens e di questo integratore acquistabile senza prescrizione, secondo lei fa a caso mio? Grazie. Attendo riscontro.
    Antonio.

    • Salve, per il suo caso specifico la terapia a base di Finasteride e Minoxidil suggerita dal dermatologo/tricologo è la più indicata.

  46. Salve, sono un uomo di 52 anni e da alcuni anni ho dei problemi alla prostata, per l’esattezza ingrossamento e infiammazione, questo problema a mi ha portato, secondo il mio urologo/andrologo dei problemi al mio liquido seminale, dopo diversi tentativi di cure soprattutto di integratori il spermiogramma non è migliorato. Mi può aiutare dandomi un consiglio su un prodotto che possa essere efficace per il mio caso? Saluti

    • Buongiorno signor Alfredo, mi dispiace per la sua situazione ed in maniera molto professionale voglio dirle che il suo problema non si cura con un prodotto ma necessita di un approccio medico mirato. Sicuramente le consiglio di rivolgersi ad altri medici magari specializzati in problemi di fertilità che sappiano inquadrare e risolvere il problema nel migliore dei modi.

LASCIA UN COMMENTO