Cetriolo: proprietà e calorie

    Il cetriolo, parte della nostra cultura culinaria praticamente da sempre, è un alimento al quale vengono attribuite tutta una serie di proprietà benefiche (che esulano di gran lunga dalle sue presunte proprietà dimagranti) che lo hanno reso decisamente popolare tra chi presta particolare attenzione a portare in tavola solo cibi sani e genuini.

    Sul fatto che non faccia male siamo tutti, più o meno, d’accordo mentre sul fatto che invece sia un superfood, come alcuni amano definire particolari alimenti, o un alimento funzionale, functional-food, per dirla alla giapponese, ci sono discussioni piuttosto accese in merito ed è necessario analizzare la questione con gli occhi della scienza, piuttosto affidarsi a credenze popolari più o meno radicate.

    Il cetriolo ha proprietà interessanti dal punto di vista nutrizionale e può essere considerato un validissimo alimento da inserire in un regime alimentare completo ed equilibrato. Vediamo insieme quali sono le sue proprietà e quali le sue calorie.

    Che cos’è il cetriolo?

    Si tratta del frutto della pianta omonima, è di colore verde acceso, ricoperto da protuberanze mentre all’interno si presenta bianco e leggermente più molle. Ha un sapore leggermente amarognolo, soprattutto se si consuma con la buccia e fa parte della dieta umana almeno da 5000 anni, quando veniva già coltivato ai piedi dell’Himalaya. Successivamente, approdò nella fascia del Mediterraneo, portato con ogni probabilità dagli antichi Egizi (come il grosso delle colture arrivate in Europa in quel periodo storico) e veniva utilizzato principalmente per le sue proprietà dissetanti essendo molto ricco di acqua. Con il passare dei secoli sono venute alla luce molte delle proprietà benefiche, che lo hanno reso una presenza praticamente costante nell’alimentazione specie quella estiva. La stagionalità di questo ortaggio prevede che esso venga consumato in estate da giugno ad agosto.

    L’acido tartarico e le sue interazioni con i carboidrati

    Il cetriolo sta vivendo una seconda giovinezza che è dovuta principalmente al fatto che viene impiegato in un enorme numero di diete e di piani dimagranti. Questo è principalmente dovuto all’azione dell’acido tartarico, presente in grosse quantità in questo ortaggio, un acido che inibisce la sintesi dei carboidrati in grassi e dunque permette, per spiegarla a grandi linee, di assimilare meno calorie provenienti dai carboidrati. Si tratta di un’azione comunque che non è in grado di giustificare grandissime perdite di peso: dovremmo viverla piuttosto come un di più del nostro piano dimagrante e non come l’azione sulla quale puntare tutte le nostre speranze di dimagrimento.

    Cetriolo calorie

    Le pochissime calorie del cetriolo

    A rendere il cetriolo ancora più interessante per chi sta cercando di perdere qualche chilo è sicuramente il suo bassissimo profilo calorico. Parliamo di 10-15 calorie per ogni 100 g di prodotto, che possono variare a seconda del grado di maturazione, un profilo bassissimo se paragonato a quello delle altre verdure e degli altri ortaggi. Ha un discreto potere saziante il che ci permette, pur mantenendo il nostro profilo calorico estremamente basso, di aggiungere alla nostra dieta buone quantità di fosforo, calcio, niacina e vitamina C.

    Le proprietà del cetriolo

    Il cetriolo è un alimento interessante per un buon numero di motivi. Viene utilizzato infatti anche per le sue proprietà idratanti (è costituito dal 97% di acqua) e anche per le sue proprietà depurative.
    Ogni dieta detox che si rispetti presenta questo alimento in diverse preparazioni (sempre a crudo), dato che se ne possono sfruttare anche i noti poteri diuretici, che rendono questo alimento uno dei migliori per ripulire il corpo da tossine e sostanze simili, senza dover necessariamente ricorrere necessariamente all’utilizzo di integratori alimentari detossificanti e drenanti.

    Al tempo stesso è giusto ricordare in passato, quando la medicina non poteva che fare affidamento sulle proprietà curative dei farmaci moderni, il cetriolo era utilizzato anche per:

    • combattere i vermi intestinali;
    • abbassare la febbre;
    • curare la gotta.

    Si tratta di applicazioni che oggi non ci sentiremmo assolutamente più di consigliare, dato che esistono rimedi sicuramente più efficaci. Del cetriolo oggi possiamo sfruttare altre proprietà come:

    • disintossicarsi, grazie alle sue proprietà idratanti e diuretiche;
    • superare le carenze di vitamine, soprattutto la vitamina A e la vitamina C;
    • regolarizzare il ciclo intestinale, grazie al suo contenuto in fibre;
    • combattere la stitichezza grazie alla presenza di grosse quantità d’acqua.

    Si tratta di proprietà che, se sommate a quelle dimagranti, rendono il cetriolo uno dei prodotti più interessanti che possiamo trovare al banco verdura, motivo per il quale è ancora oggi consumatissimo e coltivato in grandi quantità anche nel nostro paese. Il cetriolo, inoltre, può essere un buon espediente per aumentare l’assunzione quotidiana di acqua specie in quelle persone che hanno la tendenza a bere poco.

     

    Il cetriolo come presidio di bellezza

    Il cetriolo viene anche utilizzato per le maschere di bellezza naturali, in quanto grazie al suo contenuto in zolfo è in grado di:

    • schiarire la pelle, nel caso in cui siano presenti macchie di colore più scuro; 
    • decongestionare i pori, riducendo l’insorgenza di acne, comedoni, punti neri e più in generale pelle grassa e sebacea;
    • ha un effetto anti-age, grazie alle sue proprietà idratanti;
    • grazie al suo contenuto di acqua e anti-ossidanti può combattere anche gonfiore e scottature.

    Si tratta dunque di un prodotto che non è ottimo soltanto da portare in tavola, ma anche da utilizzare per creare impacchi per la pelle in grado di ringiovanire il nostro aspetto. Il cetriolo è altresì famoso anche per le sue proprietà lenitive, e come ben conoscevano le nostre nonne, è sicuramente un ottimo rimedio per l’impiego in impacchi lenitivi che hanno lo scopo di migliorare le condizioni della nostra pelle, soprattutto se in sofferenza. Il cetriolo, semplicemente tagliato a fette, può essere anche adagiato nell’area che circoscrive gli occhi, per ridurre borse ed occhiaie. La pelle trattata con il cetriolo ne esce ringiovanita, più elastica e con un migliore tono. Un servizio pari a quello delle creme di bellezza più costose presenti sul mercato, al costo di pochissimi euro al chilo. Il cetriolo può essere usato anche combinato con l’olio extravergine d’oliva, per creare una crema da utilizzare 2 volte al giorno per godere di una pelle ringiovanita e luminosa, non solo sul viso, ma anche sul collo.

    Le proprietà del cetriolo, come abbiamo avuto modo di vedere nel corso di questo articolo, sono tantissime e dovrebbe essere pertanto un prodotto sempre presente nelle nostre case, sia per portarlo in tavola e giovarsi delle sue proprietà dimagranti e regolatrici dell’intestino, sia invece per utilizzarlo come rimedio di bellezza.

    Meglio se biologico

    Chi può, dovrebbe cercare di orientarsi sempre e comunque verso cetrioli provenienti da agricoltura biologica. Sono più buoni da mangiare e sono, cosa più interessante in questo frangente, liberi da pesticidi dannosi per l’organismo. Si può scegliere un cetriolo Made in Italy proveniente da agricoltura biologica, allo scopo di beneficiare delle sue proprietà senza le controindicazioni costituite dai pesticidi, sostanze che non fanno bene al nostro organismo e nello specifico alla nostra pelle.

    Leggi Anche:

    LASCIA UN COMMENTO