Teff e farina di teff: proprietà e benefici

Avete mai sentito parlare del teff o della farina di teff? Se la risposta è no, ve ne parliamo nell’articolo di oggi dedicato proprio a questo meraviglioso cereale che sta prendendo piede anche nel nostro paese pur essendo originario del Corno d’Africa. La maggiore attenzione con la quale il mondo dell’alimentazione si rivolge al problema celiachia ha permesso di riscoprire degli importanti ingredienti privi di glutine, che possono essere interessanti anche per chi non soffre di questo tipo di problemi.

Uno di questi è il teff, un cereale integrale davvero interessante da consumare nell’alimentazione quotidiana praticamente di tutti. Si può consumare sia come tale ma anche sotto forma di farina di teff che possiede proprietà nutritive decisamente interessanti che vi sveleremo nelle prossime righe.

Che cos’è il teff?

Il teff è un cereale rigorosamente integrale, in quanto le piccole dimensioni dei chicchi rendono impossibile separare il germe interno dalla buccia esterna. Per questo motivo viene dunque trasformato in farina senza che ne sia eliminato lo strato più esterno, andando ad aumentare il contenuto in fibra di questo alimento.

Il teff è molto popolare in diverse parti del mondo ed è originario delle regioni del Corno d’Africa dove il consumo è molto diffuso. Dalle nostre sta facendo un po’ di fatica ad affermarsi, se non tra quelle persone che tengono particolarmente alla propria salute e hanno dunque trovato in questo interessantissimo cereale un autentico toccasana da aggiungere alla propria dieta.

Il teff viene consumato in genere sotto forma di farina che viene ottenuta dalla macinazione dei grani di questo particolare cereale e con la quale è possibile realizzare piadine, pane e dolci.

Quali sono le proprietà nutritive interessanti del teff?

Il teff è un cereale particolarmente interessante perché privo di glutine: per questo motivo può essere consumato senza eccessivi problemi da parte di chi soffre di celiachia e dunque deve stare ben lontano dai frumenti tradizionali.

Allo stesso tempo, però, il teff però ha un ottimo contenuto di carboidrati complessi (che hanno un rilascio di amido più lento) e delle interessantissime quantità di calcio e di potassio. Il teff inoltre è uno dei cereali a basso indice glicemico che lo rende particolarmente indicato non solo per le diete di chi soffre di diabete, ma anche in generale per chi segue dei regimi semplicemente dimagranti, dato che ad indici glicemici più bassi corrisponde una sazietà che si può mantenere più a lungo.




Le fibre contenute nel teff: un aiuto per la stitichezza 

L’aspetto forse più interessante del teff è il suo contenuto in fibre: come abbiamo detto poco fa, infatti, è impossibile separare il germe dalla parte esterna e dunque otteniamo un alimento integrale a tutti gli effetti. Di conseguenza questo contenuto molto elevato di fibre risulta particolarmente interessante per aiutare l’intestino a ritrovare la sua regolarità e a formare feci più molli che possono essere facilmente espulse. Dunque, un aiuto davvero interessante per combattere la stitichezza e l’irregolarità intestinale.

Le fibre alimentari inoltre hanno un effetto positivo contro l’accumulo di colesterolo cattivo, nel senso che sono in grado di diminuirne i valori ematici e ridurre effetti negativi. Si tratta dunque di un cereale benefico anche per chi non è celiaco e dunque potrebbe comunque affidarsi al consumo di alimenti che contengano glutine, come ad esempio il frumento tradizionale.

Un cereale facile da digerire

Altra importantissima proprietà di questo cereale è sicuramente la digeribilità. Il teff infatti è ricco di amido resistente, che non viene trasformato in zucchero e non fermenta nell’intestino. In questo modo forma un gel che è in grado di assorbire acqua evitando la possibilità di andare incontro ad infiammazioni del colon.

Teff e farina di teff proprietà e beneficiAltrettanto importante è il contenuto in minerali del teff, che presenta in 100 grammi di prodotto circa il 10% della razione quotidiana consigliata di ferro, fosforo, manganese e rame. Allo stesso tempo, sempre in 100 grammi di prodotto, possiamo trovare più del 140% della dose minima consigliata di manganese.

Si tratta di un’ulteriore ragione per inserire il cereale di cui vi stiamo parlando oggi nel nostro piano alimentare.

Come cucinare il teff?

Il teff può essere consumato in diversi modi.

Per quanto riguarda i semi:

  • si possono consumare al naturale;
  • si possono aggiungere alle ricette per sostituire semi oleosi o frutta secca. Il gusto infatti ricorda molto da vicino quello delle noci;
  • si può aggiungere nelle preparazioni che prevedono il ricorso agli arachidi che come sappiamo sono alimenti che danno facilmente allergia.

Il teff al tempo stesso si può usare come addensante per zuppe, stufati e stracotti, dato che rilascerà durante la cottura amidi che sono in grado di addensare qualunque tipo di liquido.

Per quanto riguarda invece la farina di teff, questa si può utilizzare per realizzare qualunque tipo di pane o di prodotto da forno:

  • si può usare per il pane, con i limiti però noti che derivano dalle farine senza glutine;
  • per i biscotti;
  • per i dolci in generale;
  • si può usare anche per preparare della pasta briséé con cui realizzare delle gustose torte salate;
  • si può utilizzare per gli altri prodotti da forno, come pizze, grissini, muffin, crackers, piadine.

Come abbiamo avuto modo di capire, anche la farina di teff è un prodotto estremamente versatile che non ha alcun tipo di controindicazione e che ha un profilo nutrizionale molto interessante adatto alla dieta dei celiaci.

Dove comprare il teff?

Il teff è in genere disponibile nelle erboristerie e nei supermercati particolarmente forniti, soprattutto sotto forma di farina.

Si può anche ordinare online, dove è sicuramente più facile da reperire, senza alcun tipo di problema: i semi secchi infatti non marciscono con facilità e sono adatti anche ad essere spediti.

I prezzi si aggirano intorno ai 6 euro al chilo per la farina, mentre i semi hanno in genere un costo doppio. La maggior parte dei semi di teff o delle farine di teff in commercio sono prodotti da agricoltura biologica.

Se volete approfondire il mondo dei cereali integrali vi consiglio di leggere i nostri articoli dedicati alle proprietà e ai benefici di questi alimenti; troverai sicuramente informazioni utili ed interessanti su questi alimenti e l’importanza di consumarli quotidianamente nella tua alimentazione.

LASCIA UN COMMENTO