Feci Maleodoranti: Cause e Rimedi Efficaci

Feci maleodoranti? Sì, è normale che le feci abbiano cattivo odore, ma talvolta questo può diventare addirittura peggiore, presentandosi come particolarmente forte, come di putrefazione. Ravvisare un odore comunque non normale per le nostre feci può essere un importantissimo campanello di allarme per la nostra salute.

Vediamo insieme cosa può causare la presenza di odori particolarmente forti nelle feci, come eventualmente combatterli, come individuare le problematiche che possono nascondersi dietro questo particolare fenomeno.

Quali sono le cause delle feci maleodoranti?

Quando l’odore delle nostre feci si fa anomalo, possono esserci tantissime cause a comportare questo cambiamento. Tipicamente, come avremo modo di approfondire più avanti, è il caso di infezioni batteriche che attaccano l’intestino anche se il novero delle cause che possono comportare problematiche del genere non può assolutamente chiudersi qui.

Malassorbimento

Sotto il nome di malassorbimento finiscono in realtà diverse condizioni, che hanno in comune l’insufficiente assorbimento di nutrienti come i gassi, gli zuccheri, gli elettroliti e anche le proteine. Tendenzialmente si accompagna non solo al cattivo odore delle feci, ma anche alla presenza di grassi nelle feci, spesso visibili anche ad occhio nudo.

Le alterazioni possono avvenire durante tutti e tre i livelli della digestione:

  • durante la digestione endoluminale, la fase durante la quale grassi, carboidrati e proteine subiscono la trasformazione in molecole che il nostro intestino può assimilare;
  • durante la digestione terminale, ovvero nella fase che avviene per tramite della mucosa intestinale;
  • nel trasposto transepiteliale, ovvero quando i nutrienti vengono trasportati tramite l’epitelio e poi rilasciati nei vasi di circolo dell’intestino.

Ad ogni modo e a prescindere da quale sia la tipologia propria di malassorbimento, le feci maleodoranti sono il sintomo più comune.

Tra le cause che possono portare a questo tipo di problemi troviamo:

  • sindrome da intestino irritabile;
  • morbo di Crohn;
  • colite ulcerosa;
  • intolleranza ai carboidrati, che causa problemi per i soggetti che non sono in grado di metabolizzare e assimilare in modo corretto zuccheri e amidi;
  • intolleranza al lattosio;
  • celiachia, ovvero la reazione avversa al glutine, che è contenuto in diversi cereali e in misura più rilevante per la dieta tipica del nostro paese, nei prodotti derivanti dal grano duro;
  • allergie alimentari di diverso tipo.

Accumulo eccessivo di scorie

Ogni alimento che introduciamo nel nostro corpo una volta sottoposto al processo di digestione comporta inevitabilmente la produzione di scorie che a lungo andare sostando all’interno del colon danno luogo a fastidiose fermentazioni che si traducono in flatulenza e feci maleodoranti.

Per questo motivo ti consiglio di effettuare una pulizia periodica assumendo un integratore specifico che ripulisca l’intestino e ristabilisca la funzionalità della flora intestinale. Intensive Colon Cleanse è il prodotto che fa tutto questo.

Ordina Subito la Tua Confezione in Offerta al 15% di Sconto!

Le infezioni intestinali

A poter causare un netto peggioramento nell’odore delle nostre feci possiamo trovare anche diversi tipi di infezioni che colpiscono l’intestino, di natura batterica, virale o parassitaria.

Batteri come l’Escherichia coli e la Salmonella, un enorme numero di parassiti e anche di virus possono essere tutti responsabili del fenomeno che stiamo affrontando.

Tendenzialmente insieme al peggioramento netto dell’odore delle nostre feci troviamo anche:

  • diarrea;
  • vomito;
  • inappetenza;
  • stati febbrili;
  • crampi addominali.

Nel caso in cui sia un’infezione ad essere causa delle feci maleodoranti, sarà il caso di intervenire prontamente, dopo che il medico abbia individuato la causa dell’infezione stessa per tramite della corretta diagnosi.

Gli integratori vitaminici

In alcuni casi e soprattutto nel caso in cui si superassero le dosi consigliate, le feci maleodoranti possono essere anche causate dagli integratori vitaminici, e nello specifico da quelli a base di:

Nel caso in cui sospettiate che siano le vitamine assunte tramite gli integratori ad essere responsabili del cattivo odore delle vostre feci, sarà necessario interromperne l’utilizzo e rivolgersi al proprio medico per ulteriori delucidazioni.

Diarrea

Anche la diarrea, che causa una permanenza eccessivamente breve delle feci all’interno dell’intestino, può essere causa di malassorbimento e dunque di odore particolarmente sgradevole degli escrementi.

In questo caso è consigliabile valutare con il proprio medico le potenziali cause che hanno portato al fenomeno, iniziando al contempo la terapia più adatta al superamento delle cause stesse.

Gli altri sintomi che si accompagnano alle feci maleodoranti

Ci sono altri sintomi che si accompagnano tipicamente alle feci maleodoranti:

Nel caso in cui fossero presenti tali sintomi, sarà il caso di intervenire tempestivamente e recarsi dal medico, al fine di individuare quali possano essere le cause non solo delle feci maleodoranti, ma più in generale della nostra condizione.

Pasti particolarmente abbondanti

Anche nel caso di pasti particolarmente abbondanti (può essere il caso tipico dei cenoni di Natale, dei pranzi di Pasqua e delle cene di capodanno) gli escrementi possono presentarsi come particolarmente maleodoranti il giorno successivo, e talvolta anche fino a due giorni dopo.

È un segnale importante del nostro corpo, che ci sta invitando a rallentare un po’ i ritmi dei pasti e ridurre le quantità. Assecondiamolo, e consumiamo soltanto dei pasti leggeri fino a quando le condizioni delle nostre feci non saranno tornate alla normalità.

Le condizioni patologiche che possono causare le feci maleodoranti?

Ci sono anche delle condizioni patologiche che possono causare feci maleodoranti:

  • occlusioni intestinali, che si accompagnano in genere a dolori addominali fortissimi, nausea e anche vomito;
  • patologie a carico della cistifellea;
  • fibrosi cistica: patologia autosomica recessiva che attacca il pancreas fegato e anche l’intestino.

Cosa fare in caso di feci maleodoranti?

Nel caso di feci maleodoranti diventa necessario rivolgersi al medico curante, facendo presente la situazione e indicando eventuali modificazioni nei farmaci assunti o nella dieta che si sta seguendo. Sarà il medico a valutare l’opportunità di seguire o meno determinate terapie, dopo aver effettuato la corretta diagnosi.

Le feci maleodoranti possono essere segnale importante del nostro stato di salute: meglio non ignorarle.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

4 COMMENTI

  1. Buongiorno.. Io sono stata operata facendo il bay pass gastrico e dopo 9 dal intervento mi sono accorto che non assimilo più il ferro.. E ultimamente quando faccio la cacca e di un odore nauseante cosa posso fare??? Grazie per la sua attenzione Viola

    • Buongiorno Viola, il fatto di non assimilare le sostanze è abbastanza comune. Il consiglio che posso darti è quello di farti prescrivere un buon integratore di ferro (previo dosaggio della ferritina, transferrina, sideremia ed emocromo completo). Per quanto riguarda l’odore il tutto è molto soggettivo e dipende sia da ciò che si mangia sia da come viene assimilato/digerito il cibo.

  2. Di notte dopo 1 0ra o due mi sveglio con dolore come infiammazione all,intestino .Se mi alzo dopo circa mezza ora in genere passa e durante il giorno ho solo minimi disturbi ma sempre feci malodoranti.

LASCIA UN COMMENTO